beta2-microglobulina

articolo postato il: 2013-04-30 11:49:21

La β2-microglobulina (β2-m) rappresenta la catena leggera del complesso maggiore di istocompatibilità di classe I (MHCI) e la sua struttura primaria è altamente conservata nei vertebrati (Raimondi et al 2011 BMC Evol Biol). Nei pazienti in emodialisi (circa un milione nei paesi occidentali) l`inevitabile aumento della concentrazione plasmatica della β2-m è associata alla formazione di depositi amiloidi che, dopo circa dieci anni, diventano rilevanti dal punto di vista clinico causando artriti, lesioni ossee e dolore osteoarticolare al momento ancora incurabile. Questa amiloidosi è chiamata Amiloidosi correlata alla dialisi (DRA). Molto recentemente il nostro gruppo ha scoperto che una variante della β2-m è responsabile di una forma familiare di amiloidosi (Valleix et al. 2012). L`identificazione della nuova isoforma patologica di β2-m (Asp76Asn) ci ha permesso di consolidare dal punto di vista teorico il paradigma che correla strettamente la proprietà amiloidogenica delle proteine globulari alla loro instabilità termodinamica. Utilizzando questa nuova proteina abbiamo altresì scoperto che la transizione fibrillare della proteina può essere ottenuta dalla combinazione di forze che si possono realizzare in vivo negli spazi interstiziali dei tessuti dove le proteine aggregano e si depositano. 

Hereditary systemic amyloidosis due to Asp76Asn variant β2-microglobulin.
Valleix S, Gillmore JD, Bridoux F, Mangione PP, Dogan A, Nedelec B, Boimard M, Touchard G, Goujon JM, Lacombe C, Lozeron P, Adams D, Lacroix C, Maisonobe T, Planté-Bordeneuve V, Vrana JA, Theis JD, Giorgetti S, Porcari R, Ricagno S, Bolognesi M, Stoppini M, Delpech M, Pepys MB, Hawkins PN, Bellotti V.  
N. Engl. J. Med. 2012 Jun 14;366(24):2276-83.